Il drink lo fa il barman-robot. Ma Prodi: "Attenti, non è un gioco..."

Si sceglie il cocktail da una app sul cellulare, poi bicchiere, ghiaccio, alcolici, soda, un'energica shakerata e nel giro di un minuto il drink è pronto. Ma Prodi è perplesso: "Non è un gioco".

znew-20160703-023835_1.jpg

Il drink lo fa il barman-robot. Ma Prodi: "Attenti, non è un gioco..."

Si sceglie il cocktail da una app sul cellulare, poi bicchiere, ghiaccio, alcolici, soda, un'energica shakerata e nel giro di un minuto il drink è pronto. E' Makr Shakr, il robot-barman dell'omonima società italiana con base a Torino. "Il prototipo è nato quasi per gioco - ha spiegato il project manager Alessandro Incisa - ma ha avuto così tanto successo che abbiamo deciso di svilupparne la versione commerciale". L'ex presidente del Consiglio Romano Prodi, però, anche lui presente ieri a Villa Guastavillani alla Reunion della Bologna Business School dove è stato presentato anche Makr Shakr, è sembrato scettico: "Questi robot fanno solo i cocktail, ma sono il simbolo di come stia cambiando il mondo. Bisogna fare attenzione al problema del lavoro e ripensare tutta l'economia" di ERIKA CRISPO