LOGO SPORTELLOINTERNET.IT SCRITTA SPORTELLOINTERNET.IT LOGO WWW.NEWGLOBAL.IT
:: Home page

:: Meno accessibile

:: Questioni finanziarie
   Argentina
   Cirio
   Parmalat
   Banca 121
   Assicurazioni
   Banche
   Telefonia
   Sky-TV

:: Servizi di NewGlobal.it
   Fregature finanziarie
   Ti leggo il prospetto

:: Informatica
   Rimborso Windows
   Rimborso CD protetti
   Open Source

:: Problematiche Internet
   Accessibilità
   p2p
   Domini Internet
   Spam
   Dialer

:: Motore di ricerca


Argentina

[ Introduzione ] | [ Notizie ] | [ Forum ]

Forum

Scrivi sul forum! Clicka qui!
Se ancora non la possiedi, richiedi la password! Clicka qui

[ Pagina precedente ] [ Prossima pagina >> ]

148   04-dec-2004    17:51
I NOSTRI SUDATI RISPARMI
(Tomi - TO)

La semana pasada publicamos en forma general cuanto costaba un país "mediático", donde la verdad no es la verdad sino la verdad que se impone desde los medios y los medios los controla el gobierno a traves de pautas discrecionales.
Ahora Mostramos el detalle de las "inversiones" en publicidad oficial que representan sin dudas una buena imagen de "nuestro presidente Kirchner y su gestión". Nada se habla de corruptos, y cuando se critica de anteriores gobiernos nada se dice de la historia de muchos de los funcionarios, que tienen demasiados "muertos en el ropero".
Este es el detalle de cuanto cuesta la imagen de Kirchner:
DIARIOS
MONTO EN $
CLARIN
$ 7.626.369
LA NACION
$ 4.673.738
PAGINA 12
$ 4.408.843
AMBITO FINANCIERO
$ 1.707.567
LA RAZÓN (del grupo Clarín)
$ 1.532.761
INFOBAE
$ 713.188
DIARIO POPULAR
$ 684.570
LA PRENSA
$ 641.670
CRONICA
$ 597.058
EL CRONISTA
$ 508.166
LA PRENSA
$ 372.465
BUENOS AIRES HERALD
$ 128.429
TOTAL:
$ 23.747.634
REVISTAS
MONTO EN $
REVISTA XXIII
$ 61.524
REVISTA TXT Y
LE MONDE DIPLOMATIQUE
$ 38.510
NOTICIAS
$ 11.336
TELEVISIÓN
MONTO EN $
AMÉRICA TV
$ 8.655.228
CANAL 9
$ 6.045.828
CANAL 13
$ 5.027.180
TELEFE
$ 4.414.747
FOTO DEL PASADO, HABLANDO DE IMAGEN, YA PUBLICADA EN SEPRIN: A LA DERECHA EL EMPRESARIO DE AMERICA TV , JOSE LUIS MANZANO, EL DR MEMEM Y EL PRESIDENTE KIRCHNER . NOS PREGUNTAMOS : ¿CUANTOS MEDIOS PUEDEN PUBLICAR ESTA FOTO? ¿CUANTOS PODRIAN NOMBRAR A SEPRIN. ES VERDAD QUE " UNO DE LOS ACUERDOS ES NO NOMBRAR ESTE SITIO" A PESAR DE TOMAR LA INFORMACION Y PUBLICARLA COMO PROPIA ?
RADIOS
MONTO EN $
RADIO NACIONAL
$ 1.511.974
RADIO 10 Y FM LA MEGA
$ 755.416
ROCK & POP Y AM 990
$ 724.894
RIVADAVIA
$ 637.552
AMERICA
$ 521.080
CONTINENTAL
$ 478.418
EL MUNDO
$ 440.270
LA RED
$ 410.254
RADIO DEL PLATA
$ 388.957
MITRE
$ 262.774
LA ISLA
$ 246.084
LIBERTAD/BLUE 100,7
$ 178.325
FM PALERMO 94.7
$ 110.950
NOTA: IRONIAS SEPRIN RECIBE POR PARTE DEL GOBIERNO EN PAUTA PUBLICITARIA $0.000.00- A PESAR DE TENER MUCHA MAS AUDIENCIA QUE VARIOS DE LOS "MEDIOS PAUTADOS".
TEMAS RELACIONADOS:
“Bienvenidos a Kirchnerlandya”:
La única verdad no es la realidad, sino que la “Única verdad es la mediática”. “No es la verdad , sino lo que la gente cree que es la verdad” , y nosotros tenemos el poder de decirle a la gente que es la verdad ( NR : eufemismo del control de masas estudiado en estrategia militar y marketing político, los medios dicen que es la verdad…Y si se controlan los medios controlo pues la verdad es decir controlo la realidad percibida.)
El país del todo bien: menos pobres. Estamos saliendo adelante. No pagaremos mas al fondo de lo acordado, En Noviembre acordamos con los bonistas. Delia no tomo y destruyó una comisaría, evitó que el incidente pasara a mayores. No hubo censura al periodista Nudler, sino un mal entendido-No hay mas secuestros, bajamos los índices de inseguridad. Todos policías son corruptos, todos los militares son represores. No le pido que me sigan, sino que me acompañen… etc.
Estos son los titulares de la realidad “Mediática”. Esto que continúa es el informe sobre el aumento detallado de “publicidad oficial” a los medios de comunicación, Considerando que ahora hay tres programas políticos de TV abierta y en el año 2005 posiblemente no haya ninguno. Coincidiendo con las elecciones legislativas. Se demuestra a las claras, “Porque la imagen presidencial” esta en niveles que oscilan entre el 45 y 55 % . " gastos del gobierno en publicidad Oficial" [ampliar]
Política Economía Interior Internacional Inf.General Policiales Alertas Ùltimas Noticias
NOTA :(©) Todas las informaciones son de libre difusión y uso siempre que se mencione la fuente ( Seprin.com) .
Personas On Line en SEPRIN : 178

147   05-dec-2004    13:06

(rai - mi)

In merito alla sentenza postata da Lupo Alberto devo dire che è la prima volta che leggo che un Giudice Italiano, anche in presenza delle caratteristiche evidenziate da Lupo Alberto, ha avuto il coraggio di condannare una banca al risarcimento integrale.
Per il momento rimane un fatto isolato ...speriamo si possa allargare se non altro per far si che il "sistema bancario" faccia pressione su chi di dovere per pressionare gli argentini.
Credo che i risparmiatori che possono andare in giudizio in Italia contro le banche sono solo quelli che hanno in carico i bond alla pari o quasi, la vedo dura per quelli che hanno comprato a default dichiarato.
Anche se non credo molto per il momento alla via giudiziale in Italia, sono comunque contento che alcuni risparmiatori, senza tante parole, facciano causa e hanno la meglio per il loro rimborso integrale.
La via giudiziale intrapresa sia in Italia che in America rimane l'UNICA VERA PROTESTA che può portare a dei vantaggi concreti.

146   05-dec-2004    11:58

(LupoAlberto66 - To)

Sono andato a leggermi la sentenza del tribunale di Mantova dove si condanna la banca a risarcire i clienti della quasi totalità del capitale investito.
Seppur molto complessa nella formulazione, dalla lettura della sentenza si evince che:
- i clienti avevano firmato il modulo "attestato di rischio"
- non erano dei "pivelli" perchè avevano già investito in fondi speculativi
- la banca gli aveva segnalato l'inadeguatezza dell'investimento
Ora mi chiedo: se ho capito bene la sentenza, [B]la quasi totalità degli obbligazionisti si trova in queste condizioni![/B]
Commenti ?

145   04-dec-2004    19:36

(LupoAlberto66 - To)

Da LA NACION di oggi:
...
Pero en el último borrador conocido, el escenario base pasó al 4,3%, por lo que para pagar un excedente el crecimiento deberá superar esta nueva meta. En este sentido, una fuente de Economía dijo a LA NACION que este cambio se debe a que [B]"la valuación de este bono en el mercado era menor que la nuestra y no podíamos regalar dinero por nada".[/B]
[B]* ALLUCINANTE ! *[/B]
Además, MVA dijo que los derechos de salida y la cláusula de acreedor más favorecido -que permite volver a participar en una nueva oferta- quedaron "lavadas y difusas". En cambio, darían un trato preferencial a los bonos que aportarán los bancos locales al canje.
...
Mi sfugge la traduzione letterale delle parole "lavadas y difusas", ma dal senso generale sembra che le due clausole siano state eliminate.
Bene, anzi ottimo: la prima, "l'exit consent", era già stata cassata da Griesa e significa che le condizioni e la validità dei vecchi bonds non potranno essere alterati anche in caso di accettazione superiore ai 2/3 (cosa peraltro assurda).
La seconda, "il creditore favorito", elimina anche quella che io chiamo la lusinga dei vigliacchi: "accetto sperando che la maggioranza non accetti e comunque vada ci sono dentro."

144   04-dec-2004    17:51
Richiesta di adesione Comitatocreditori
(Tomi - TO)

01/12/2004 UDIENZA AL GOVERNO
Invitiamo tutti ad aderire a questa importante iniziativa gratuita.
IL COMITATO CREDITORI ARGENTINA
Invita tutti i possessori di obbligazioni della Repubblica Argentina a sottoscrivere GRATUITAMENTE una “Formale Richiesta di Udienza al Governo” al fine di ottenere un intervento risolutore funzionale al concreto recupero dei risparmi persi da migliaia di risparmiatori italiani.
Il Comitato Creditori Argentina chiede la collaborazione, mediante adesione GRATUITA, di tutti i possessori di bond Argentini aderenti e non al Comitato allo scopo di ottenere, senza indugio, un’udienza innanzi ai più alti organismi dello Stato.
L’intento è quello di attivare il Governo affinchè questi trovi un’idonea soluzione al non più procrastinabile problema del recupero del capitale perso conseguente al default argentino.
Dopo ben tre anni non risulta in alcun modo affrontato, dalle competenti autorità governative, il pressante problema di 450.000 italiani che, senza alcuna propensione al rischio, hanno visti azzerati i propri risparmi investiti in titoli obbligazionari.
Le autorità istituzionali politiche ed economiche si sono limitate a registrare, pedissequamente e con assoluta indifferenza, le offensive proposte di ristrutturazione del debito stabilite dallo Stato Argentino; proposte che determinano di fatto la perdita totale di ogni somma investita.
E’ fondamentale, ora più che mai, pretendere un deciso intervento da parte del fronte politico nazionale nei confronti di tutti i responsabili che hanno contribuito, direttamente ed indirettamente, al verificarsi di un danno di tali proporzioni a discapito di tanti risparmiatori italiani.
Per essere ascoltati è indispensabile partecipare in massa a questa nostra importante iniziativa e sottoscrivere, ribadiamo gratuitamente, la richiesta di un incontro innanzi a coloro i quali hanno il potere e soprattutto il dovere di tutelare il risparmio nazionale.
Il Comitato esorta tutte le vittime di tali gravi violazioni, nonchè, tutti coloro che ad oggi non hanno svolto alcuna azione di tutela della propria posizione creditoria ad esercitare tale elementare diritto al fine di essere finalmente ascoltati.
La recente e arrogante proposta di rimborso del Governo Argentino prevede la restituzione del debito ai creditori italiani in una misura pari al 25 % del capitale investito attraverso la devoluzione di obbligazioni con scadenza a 38 - 40 anni.
Tale proposta non comporta modifiche sostanziali a quanto già stabilito nell’incontro del 2002 svoltosi a Dubai e ci fa chiaramente comprendere come l’Argentina non tenga in alcuna considerazione coloro che, fiduciosamente, hanno investito tutti i propri risparmi in titoli obbligazionari di quel paese.
Quindi chiediamo che nessun creditore accetti la proposta del governo argentino.
Gli stessi obbligazionisti argentini, chiamati dal proprio Governo a manifestare la propria opinione in merito al piano di rimborso predetto, hanno espresso immediato parere negativo.
La tutela del risparmio è un principio Costituzionale fondamentale che nessun Governo può arrogarsi il diritto di ignorare, ciò che invece è puntualmente accaduto dal Dicembre del 2001 fino ai giorni nostri.
Questa situazione è diventata ormai insostenibile per cui chiediamo, a tutti coloro i quali ritengano fondamentale tutelare i propri interessi attraverso l’utilizzo di ogni strumento di pressione, di aderire senza attendere oltre alla nostra richiesta di udienza al Governo.
Al fine di verificare il numero esatto di adesioni all’iniziativa in oggetto alleghiamo una scheda di partecipazione che potrà essere compilata ed inviata via e-mail.
Data e luogo dell’incontro saranno comunicati appena noti.
adesione

[ Pagina precedente ] [ Prossima pagina >> ]

Tutti possono scrivere su questo forum commenti e proposte sulla questione "Argentina".
Eventuali articoli fuori tema (OT) oppure offensivi saranno rimossi.


*

:: Poni un quesito sul seguente argomento


:: Proponi un nuovo argomento


:: Segnala questo sito a un tuo amico!!

:: Il tuo indirizzo di e-mail:

:: L'indirizzo di e-mail del tuo amico:


:: Webmaster: metti il nostro banner sul tuo sito!!

:: Il tuo indirizzo di e-mail:

:: Il tuo sito::



  :: Sportello Internet è una iniziativa di newglobal.it :: contatto: